2011/07/02 UDACE – Gara di Masi (PD): il perchè dell’accorciamento della percorrenza di gara.

Tramite una E-mail il Sig Piero FORNARO, che ringraziamo, ha chiesto, giustamente, perchè sia stata accorciata la percorrenza della gara di Masi (PD).  Ecco l’E-mail:

“Da regolamento avevo letto che il kilometraggio per cadetti-jun-sen e veterani per le gare di seconda serie dovrebbe essere tra 60 e 80 Km per le gare di prime serie dovrebbe essere tra 80 e 100 Km. Alla gara di MASI (PD) leggo sull'ordine d'arrivo ufficiale 48,15km. Non avendo visto modifiche sul regolamento chiedo se ci sono stati cambiamenti.
Avete informazioni a riguardo?
Saluti.”

Ecco la risposta inviata e la spiegazione da parte del Segretario del Torneo delle Province Venete Roberto VECCHIATO:

“Egregio Sig. Fornaro, dopo averLe risposto ieri sera ho approfondito il perchè del chilometraggio corto dell’ultima partenza della gara di Masi (PD). Le precedenti partenze rispettavano il minimo di Regolamento del Torneo delle Province , erano infatti di 62 km come risulta dagli ordini d'arrivo. Gli organizzatori hanno dovuto ridurre il chilometraggio perchè all'inizio dell'ultima gara un esercente del luogo ha chiamato i Carabinieri in quanto si sentiva danneggiato dalla corsa, e questi una volta arrivati, hanno chiesto i
permessi della gara ed è risultato che la Prefettura aveva erroneamente messo come orario di fine gara, l’orario di inizio dell'ultima categoria. Questo era sfuggito agli organizzatori , anche perchè l'autorizzazione del Comune riportava come orario di fine gare le ore 19.00, come doveva essere. Ecco quindi la spiegazione della riduzione del chilometraggio, che può essere imputato a cause di forza maggiore e quindi non dipese dalla società organizzatrice. Purtroppo a volte l'errore altrui condiziona le manifestazioni , certo che se ”l"esercente” non avesse rotto le scatole, tutto si sarebbe svolto nei terminidi regolamento. Tanto Le si doveva e con l'occasione cordiali saluti.”

3 Commenti:

Anonimo ha detto...

Sarebbe giusto pubblicare il nome di questo esercente di modo che noi ciclisti possiamo fare a meno di frequentare i suoi locali ( senza andare a scomodare la forza maggiore che ha altri impegni per lo + importanti da seguire)Un pò di buon senso civile ci vorebbe per tutti!!

Cattelan Edy

Italian JET ha detto...

Varissimo, in più mi chiedo ma di domenica questo "esercente" stava facendo cosa ????

asd teamlenox ha detto...

L'esercente in questione è un distributore di benzina con lavaggio.
La gara è stata effettuata di sabato (02/07/2011) e il distributore era aperto.
Poichè si trovava sulla strada di passaggio dei corridori, questa veniva bloccata dal passaggio delle auto ad ogni giro. L'esercente si è lamentato di una perdita di incassi e clienti. Per tale motivo ha chiamato i Carabinieri. Dopodichè è stato sottolineato un cavillo su uno dei permessi dove si è stato riportato l'ora d'inizio dell'ultima prova anzichè l'ora di fine. I Carabinieri hanno imposto all'organizzazione di terminare prima.

Posta un commento

Tutti possono scrivre un commento purchè si firmino. Grazie!